torna al blog

“IL 58” ovvero, la bici di Marco Bertoletti

Dopo una decina d’anni durante i quali ho utilizzato sempre le stesse misure, ho finalmente deciso di salire nuovamente su una bici da bike fit e verificare la mia posizione in sella.

Ho avuto la conferma che, nonostante la costante attività fisica, purtroppo l’elasticità del corpo è cambiata e con essa anche la mia posizione in bici. Il che si è tradotto in un allungamento del tubo sterzo (stack) e nell’aggiustamento della lunghezza del telaio.

Per realizzare “Il 58” ho utilizzato tubi in titanio grado 9 conici a doppio e triplo spessore, che consentono di contenere il peso del telaio senza comprometterne la stabilità.
Lo sterzo è un monolite in titanio lavorato a CNC, biconico 1.5”-1.5”, che, rispetto al classico sterzo cilindrico, migliora ulteriormente la guidabilità della bici e la precisione in curva.

Il telaio è predisposto per il passaggio interno e, grazie alla forcella e agli accessori DEDA DCR, il passaggio dei cavi è totalmente integrato nel manubrio, garantendo un risultato estetico eccezionalmente pulito.

Fedele all’idea che la bellezza e l’eleganza del titanio non vadano coperte con la vernice, per la mia bici da corsa personalizzata ho scelto di lasciare il telaio grezzo, facendo realizzare solo delle incisioni laser in argento con profilo blu.

Per la prima volta utilizzo sulla mia bici personale il manubrio Deda Alanera. Ho fatto questa scelta considerando diversi fattori: innanzitutto la leggerezza.
In secondo luogo il sistema DCR, che garantisce una perfetta integrazione del manubrio con il telaio della bici. Infine, la rigidità della piega e la posizione sulla bici.

Vista l’ottima esperienza che ho avuto in passato utilizzando un gruppo wireless, ho deciso di montare lo stesso gruppo, ma nella versione a 12 velocità. Il gruppo SRAM RED AXS disc assicura una pedalata silenziosa e fluida, con una progressione di rapporti più ravvicinata.

Su questa bici monto un 46-33 10-33, che mi assicura la spinta necessaria per la pianura e l’agilità che mi serve per affrontare anche le salite più impegnative.

Completano la bici una coppia di ruote in carbonio a medio profilo (Deda SL 30 disc) compatibili sia con copertoncini che con tubeless: per abitudine e per tipo di utilizzo, sulla mia bici utilizzo i copertoncini Veloflex Corsa EVO 25.

Per finire, mi sono concesso anche alcuni sfizi, come i pedali Assioma DUO con misuratore di potenza integrato.

-Marco

Ultimi post

IL RE DI ERIC

Se non avete mai montato un telaio EPS, i video tutorial sul sito di Campagnolo sono più…

Continua a leggere

Legend TT3, una bici da IronMan per Paolo

Lo scorso anno, per limare il mio P.B. sulla distanza IronMan, ho chiesto a Marco Bertoletti, una…

Continua a leggere

La Legend ELT di Luca

L’occasione è arrivata chiacchierando del più e del meno davanti ad una tazzina di caffè, Marco mi…

Continua a leggere